ozonoterapiaozonoterapia

L'ozono terapia in vasca (quella che viene utilizzata di solito per il trattamento dei cani) Ŕ una cura che si basa sull'impiego dell'ossigeno e dell'ozono, gas presenti naturalmente nell'aria.

Non Ŕ una tecnica nuova in quanto viene applicata da moltissimi anni per la cura di diverse patologie umane e principalmente per risolvere problemi legati ad una cattiva circolazione sanguigna, a malattie della pelle, a disturbi dell'apparato gastro-intestinale, a lombosciatalgia causata da ernie discali, all'insorgere della cancrena, ecc.

Le prime applicazioni risalgono infatti agli albori del 1900 e principalmente al periodo della Grande Guerra per la cura della cancrena e delle ferite da arma da fuoco o da taglio.

I risultati terapeutici sono stati abbastanza buoni, ma non miracolosi. La ragione principale per cui si ricorre ancor oggi all'ozono terapia risiede nell'ottimo rapporto costi/benefici che la rende accessibile ad un vasto pubblico ed anche per la cura degli animali.

Il passaggio dal campo umano a quello animale Ŕ stato, per questo ed altri motivi, una logica conseguenza. Solitamente si usa il cosiddetto "ozono medicale" che Ŕ una miscela di questo gas, dall'odore pungente ed a volte fastidioso, con ossigeno.

Semplificando di molto, si Ŕ deciso di utilizzare l'ozono terapia per i cani grazie alle note proprietÓ disinfettanti di questo gas che favoriscono un'accentuata rigenerazione delle cellule senza stressare troppo gli animali, in particolar modo quelli docili e giÓ abituati a frequenti lavaggi.

Si procede in maniera  un po' diversa da quella tradizionale non lasciando scorrere l'acqua in eccesso sul fondo della vasca e verso lo scarico, ma immergendo quasi completamente i cani, come appare  in figura, nel liquido. Sul fondo della vasca viene steso un tappetino con ventose di aderenza e con microbocchette alimentate da un'elettropompa che, solitamente, Ŕ applicata a muro in posizione comoda ed accessibile per l'operatore.

L'ozono terapia in vasca Ŕ quella sicuramente praticabile da parte dei toelettatori perchŔ altre tecniche, come quelle per via intramuscolare, endovasale, sottocutanea, per insufflazione, ecc. vanno affidate ai veterinari, ammesso che decidano di impiegarle.

Come succede per gli umani, i benefici legati a questa pratica possono essere molteplici senza voler attribuire alla tecnica effetti miracolosi: un utile complemento ad uso dei toelettatori che vogliano mantenersi al passo con i tempi e magari stupire con "effetti speciali" la loro Clientela.

<===ALLA HOME PAGE